man working printing house with paper paints scaled

Che cos’è il tintometro e il sistema tintometrico

Tra i lavori di casa, quello della ritinteggiatura spesso si rivela il lavoro più complesso di quanto sembri. Non tanto da un punto di vista fisico o tecnico, ma perché sbagliare il colore delle pareti e ritrovarsele di una tonalità che non corrisponde a quello che avevamo scelto o al nostro gusto è estremamente facile.

D’altronde, come si dice, il mondo è bello perché è vario: non esiste una tonalità di blu che faccia contenti tutto o un rosso che stia bene su tutto.

Fortunatamente, grazie all’avanzare della tecnologia, che si fa sempre più innovativa per venire sempre più incontro ai nostri gusti e rendere le nostre idee sempre più realizzabili, come il tintometro, che permette di ottenere colori su misura, in linea con il proprio gusto e le proprie esigenze.

CHE COS’È IL SISTEMA TINTOMETRICO

Il tintometro è un apparecchio che, selezionando e dosando i colori differenti caricati nel sistema, permette di ottenere con assoluta precisione una tintura nuova dell’esatta tonalità desiderata.

Si tratta di un sistema ad alta tecnologia (impiegato da personale altamente specializzato) che si compone di una serie di serbatoi contenenti colori neutri o di base e da una serie di paste necessarie per la miscelazione.  Una volta selezionata la tonalità, ogni colore viene dosato al millimetro, grazie all’apposito dosatore meccanico.

Quello che si otterrà, alla fine, non è solo il colore desiderato, ma anche una tintura che rispetta i più alti standard di qualità, venendo incontro (e a volte superando) le più alte aspettative.

I vantaggi dell’uso del tintometro per la scelta della tintura non si limita alle infinite possibilità di personalizzazione del colore, ma anche in una riduzione dei tempi di lavorazione e, soprattutto, la possibilità di inserire la tonalità scelta nel database, così da poterla ricreare in qualunque momento in futuro.

È consigliato avvalersi di questo tipo di strumento soprattutto quando si ha intenzione di fare lavori casalinghi per evitare di spendere soldi in barattoli di tintura che potrebbe non corrispondere al tipo di tonalità che avete in mente e che finirebbero per occupare solo spazio nella cantina (oltre ad aver alleggerito inutilmente il portafoglio).

Proprio per questi standard di qualità e i numerosi vantaggi, sempre più professionisti provenienti dai settori più disparati si affidano al sistema tintometrico, dagli imbianchini agli interior designer. 

Il tintometro è uno strumento sempre più diffuso e utilizzato, sia per progetti professionali che privati e fai da te ed è possibile trovarlo, ormai, non solo nei colorifici o negli storie di bricolage, ma anche nei negozi di ferramenta.

Hai in mente qualche progetto su cui vuoi lasciare la tua particolarissima impronta?

GVPrisma dispone di una vasta gamma di tinte professionali adatte per ogni tipo di colorazione professionale e per soddisfare ogni tipo di gusto.

Contattaci per saperne di più!